Logo
  Articoli     
             
 


Visitatori
Visitatori Correnti : 16
di cui iscritti : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 249
Ultimo iscritto : sergiopalser
Lista iscritti

 
La Serie 3 E21
Inserito il 17 novembre 2003 alle 19:29:41 da atae21.

La Serie 3 E21 Topcabriolet Baur

Fin dall’avvio del progetto E21, viene prevista la possibilità di ricavare dalla berlina a due porte una versione aperta. Come era avvenuto con la sua progenitrice 2002 Cabriolet, il progetto della versione scoperta della BMW Serie 3 è affidato alla Carrozzeria Baur di Stoccarda, che vanta una grande esperienza in tema di vetture scoperte ed un rapporto di collaborazione con la BMW iniziato negli anni Cinquanta. Già il 13 marzo 1976 la prima vettura di preserie è pronta, e viene immatricolata il successivo 9 aprile. Si tratta di una 320 a carburatore di colore argento metallizzato, con cerchi in lega leggera BBS e interno in stoffa beige, un abbinamento non previsto dalla BMW. Questa vettura è utilizzata per le foto ufficiali: compare nella cartella stampa della presentazione, nel primo catalogo del 1978 e nel libretto di uso e manutenzione. Tuttora esistente, è di proprietà di un collezionista tedesco che l'ha completamente restaurata, ed è stata esposta dal Club Baur alla Techno Classica di Essen 2008.


La prima Serie 3 E21 aperta, una 320 4 cilindri realizzata nel 1976, in una foto ufficiale distribuita alla stampa in occasione della presentazione del 1978




La stessa vettura esposta alla Techno Classica di Essen 2008 dopo il restauro. Rispetto alle origini, monta un interno in finta pelle nera. Manca la verniciatura in nero opaco del sottoscocca. (foto "blackboxes66")


Come per la 2002, la Lancia Beta Spider Zagato e la Opel Kadett Aero, prodotta in piccola serie dalla stessa Baur, il corpo vettura prevede un grosso montante fisso inglobante i finestrini posteriori, con funzioni di rollbar e di compensazione dela perdita di rigidità della scocca, e una capote divisa in due parti apribili separatamente, una rigida per la parte anteriore, che si può riporre su apposite staffe fissate all'interno del cofano del bagagliaio, e una di tela con lunotto in plastica per quella posteriore, che si ripiega alla base del lunotto stesso. Questa soluzione consente di mantenere invariate rispetto alla berlina la rigidità torsionale della scocca e la protezione in caso di ribaltamento, ed offre inoltre vantaggi in termini di praticità di uso (ad esempio è possibile montare il portasci), ma dà un’esposizione al vento inferiore a quella di spider e cabriolet tradizionali.
Tuttavia ci vogliono due anni perché la Serie 3 in versione aperta sia svelata al pubblico. In quegli anni, la domanda di vetture aperte è ai minimi storici: prima di dare avvio alla produzione si vuole essere certi che ci sarebbe stato uno sbocco sul mercato sufficiente per amnmortizzare gli investimenti.
Finalmente, nel marzo 1978, Baur e BMW rompono gli indugi e presentano, peraltro un po' in sordina, la vettura alla stampa.
Il ciclo produttivo è analogo a quello della precedente 2002: Baur riceve dalla fabbrica le vetture complete, che vengono parzialmente smantellate per l'asportazione del padiglione e del montaggio della struttura di rinforzo, che comprende il rollbar centrale. Poi le vetture sono completate con il rimontaggio degli interni e delle altre componenti di finitura.
Parallelamente alla produzione di vetture nuove, Baur trasforma in Topcabriolet anche esemplari usati; purtroppo non è noto il numero delle vetture modificate successivamente alla vendita.



Questa vettura è una 320i anno modello 1977, nata berlina e trasformata dalla Baur in Topcabriolet nel 1979; era esposta a cura del Club Baur alla Retro Classics di Stoccarda del 2010. (foto "blackboxes66")


La nuova vettura ha la sigla interna E21/Cab ed è disponibile con tutte e quattro le motorizzazioni della berlina, rispetto alla quale non presenta alcuna differenza per quanto riguardava equipaggiamento e colori della carrozzeria e degli interni. La sola particolarità è costituita dal fascione inferiore posteriore (dove è alloggiata la targa) verniciato in nero opaco. Capote ed hardtop (rivestito in PVC) sono disponibili in nero o, solo in combinazione con alcuni colori della carrozzeria, in beige chiaro.


Una 323i anno modello 1978 (foto tratta da un catalogo Baur del 1979)


Il prezzo di vendita è molto elevato (nel 1978 in Germania una 323i Topcabriolet costa DM 27.498, oltre 6.000 marchi in più della 323i berlina), ma è in parte compensato da un’accuratezza costruttiva sconosciuta a molte concorrenti: infiltrazioni d’acqua e spifferi, di ordinaria amministrazione su altre vetture scoperte, sono problemi sconosciuti ai proprietari delle Topcabriolet. Il tessuto della capote inoltre è molto resistente all’usura del tempo tanto che diversi esemplari sono sopravvissuti sino ad oggi con la capote originale. Il confort acustico peggiora un poco rispetto alle berline, ma si mantiene su valori molto buoni per una vettura scoperta.
Una curiosità: il primo catalogo identifica la vettura come Hardtopcabriolet (HC) Baur. Pochi mesi dopo, il nome viene abbreviato in Topcabriolet (TC).


Una pubblicità della Baur risalente al 1979. La vettura è presentata come un prodotto della stessa Baur, specificando che la vendita e l'assistenza sono prestate dalle Concessionarie BMW. Da notare che la versione aperta non è mai stata reclamizzata in Italia.


L’evoluzione delle Topcabriolet segue passo per passo quella delle berline. Due gli aggiornamenti specifici, tutti apportati a partire dall'anno modello 1980: capote ed hardtop rivestiti nello stesso materiale, denominato "Sonnenland", e disponibili in nero, blu o bordeaux (il beige chiaro non era più disponibile), e l'eliminazione della verniciatura in nero opaco del fascione inferiore posteriore.


Una rarissima 316 1.8 anno modello 1981


Un’altra particolarità è l’avvio della produzione della 315 in versione Topcabriolet, che non avviene in contemporanea alla berlina, ma nell’ottobre 1981.
La produzione ha fine nel dicembre del 1982; in totale sono prodotti 4.596 esemplari, compresa la 320 di preserie realizzata nel 1976.

Le statistiche dei dati di produzione (pagina in formato pdf)


Torna all'indice
 
<< La Serie 3 E21 berlina La Serie 3 E21 in Italia >>

 


I nostri preferiti
Targhe Nere (2879)
Mondo Alfetta (1330)
Audiclassiche (587)

 
 Sito On Line dal 16/11/2003 - Copyright E21 FANS CLUB 2003 - 2013
Tutti i contenuti di questo sito non sono riproducibili senza il consenso esplicito degli autori
Contattaci -  Realizzato con ASP-Nuke 2.0