Logo
  Articoli     
             
 


Visitatori
Visitatori Correnti : 12
di cui iscritti : 0

Per visualizzare la lista degli utenti collegati alla community, devi essere un utente registrato.
Iscriviti

Iscritti
 Utenti: 276
Ultimo iscritto : Comiva
Lista iscritti

 
Gli uomini chiave
Inserito il 09 settembre 2004 alle 15:42:20 da blackboxes66.

Ercole Spada

Ercole Spada nasce a Busto Arsizio il 26 agosto 1938. Fin dai tempi della scuola sviluppa una grande passione per le auto sportive, che disegna in quantità nel tempo libero. Dopo il diploma di perito industriale meccanico e il servizio militare, nel 1959 è assunto da Elio Zagato in persona, che rimane colpito dal talento di questo ragazzo e gli affida subito importanti progetti. La prima vettura a portare la firma di Spada è la Aston Martin DB4 GT Zagato, presentata nel 1961; negli anni successivi Spada firma le più celebri realizzazioni della carrozzeria milanese, tra cui le Lancia Flavia Sport (1962) e Fulvia Sport (1965), le Alfa Romeo Giulia TZ (1963) e TZ2 (1964), la 2600 SZ (1965) e la Junior Z (1969).
Nel 1970 Spada passa alla Ford in qualità di capo designer, progettando alcuni prototipi di studio come la GT 70 (1971); tre anni più tardi, a seguito dell’acquisizione della Ghia da parte della Ford, Spada viene destinato alla Ghia Operation. All’inizio del 1976 passa al Centro Stile Audi, diretto da Claus Luthe, con il quale stringe un solido rapporto umano e professionale; pochi mesi più tardi Luthe diviene responsabile del Centro Stile BMW e chiama subito Ercole Spada al suo fianco. Sia il misurato Luthe che l’estroso Spada non hanno difficoltà ad abbracciare la filosofia seguita dalla Casa di Monaco, secondo la quale i nuovi modelli devono mantenere il tipico family feeling BMW, nonché riproporre in chiave moderna, ma senza stravolgerli, i canoni estetici della serie che vanno a sostituire.
In quel periodo la Casa di Monaco sta per completare il rinnovamento della gamma con i nuovi modelli disegnati da Paul Bracq, che aveva lasciato la BMW nel 1974 (la Serie 7 E23, l’ultima progettata sotto la guida dello stilista francese, sarebbe stata presentata nell'estate 1977): nei primi tempi il nuovo gruppo di progettazione si occupa dei restyling della Serie 3 E21 (presentato nel 1979) e delle altre vetture della “generazione Bracq”. La prima BMW del nuovo corso è la Serie 5 E28 (1981), che però conserva la cellula dell’abitacolo e le porte della precedente E12.
Il primo prodotto interamente nuovo del sodalizio Luthe – Spada è la berlina Serie 3 E30 (1982) e relative derivate; seguono la Serie 7 E32 (1986), che segna un netto salto in avanti rispetto al precedente modello, e l’ancor più innovativa Serie 5 E34 (presentata nel 1988), nella quale le classiche linee BMW sono riproposte in una veste molto più moderna e slanciata. Nel 1983, al termine di quest'ultimo progetto, Spada rientra in Italia per assumere la carica di direttore dell'I.DE.A. Institute di Torino.
Qui Spada lavora a parecchi progetti commissionati dal Gruppo Fiat, quali le Fiat Tipo (presentata nel 1988) e Tempra (1990), le Lancia Dedra (1989) e Delta HPE (1994) e l’Alfa Romeo 155 (1992). Ma ha anche modo di riprendere la collaborazione con la BMW e l’amico Claus Luthe per il “vestito” delle Serie 3 E36 (presentate a partire dalla fine del 1990), a detta di molti tra le più riuscite BMW di tutti i tempi. A lui si deve pure la Ferrari PPG Pace Car (1989), realizzata su base Mondial.
Nel 1993 Spada ritorna al Centro Stile Zagato, dove lavora ai progetti della Ferrari F.Z.93 (su base meccanica della Testarossa) e della Osca 2500 GT Dromos (presentata nel 2001).
Nel 2006 Spada, il figlio Paolo e Domiziano Boschi fondano dapprima un centro stile indipendente, chiamato Spadaconcept, e poi la SVS (Spada Vetture Sport), piccola Casa automobilistica che realizza artigianalmente supercar per facoltosi intenditori. Il primo modello è la Codatronca TS, presentata nel 2007 e prodotta dal 2008, che riprende già dal nome concetti stilistici cari ad Ercole Spada. Il motore è un V8 di 7000 cm3 con 730 CV. Nel 2011 la SVS ha presentato la Codatronca Monza con carrozzeria aperta, per ora rimasta allo stadio di prototipo.
Per saperne di più, basta consultare i siti ufficiali di Spadaconcept e di SVS.


Ercole Spada ritratto nel 2013 mentre autografa alcune stampe dei bozzetti delle "sue" BMW (foto Doppel Scheinwerfer)


Torna all'indice

 
<< Claus Luthe  

 


 
 Sito On Line dal 16/11/2003 - Copyright E21 FANS CLUB 2003 - 2013
Tutti i contenuti di questo sito non sono riproducibili senza il consenso esplicito degli autori
Contattaci -  Realizzato con ASP-Nuke 2.0